Certificazioni di settore - Studio Quality SrlSTUDIO QUALITY SRL fornisce servizi di consulenza tecnica per le aziende che necessitano di certificazioni specifiche di settore o di processo: ISO 3834 (processi di saldatura); EN 1090-1 (marcatura CE per componenti strutturali per strutture di acciaio e alluminio); F-GAS (gas fluorurati); Direttiva PED (attrezzature in pressione).

CERTIFICAZIONE ISO 3834:2006 (saldatura)

Le costruzioni industriali strutturali, di norma, sono interessate da vari processi di saldatura. Per consentire la buona qualità delle saldature, è indispensabile programmare, realizzare e qualificare i processi, i saldatori e controllare il manufatto in modo adeguato ed esaustivo. Integralmente alla ISO 9001 vengono quindi forniti servizi di consulenza per la corretta gestione dei processi di saldatura, in accordo con le norme vigenti – UNI EN ISO 3834:2006, la cui certificazione da Enti accreditati è obbligatoria nei casi previsti dal D.M. 14-01-2008.

La certificazione 3834 è richiesta alle aziende che costruiscono per le Ferrovie (FS), per le aziende che esportano in Germania, per le aziende che costruiscono nel settore Oil & Gas e saldatura-certificatanel Nucleare, ma anche per le imprese di carpenteria che costruiscono prodotti strutturali (proprio come previsto da D.M. 14-01-2008): in particolare diventano di fondamentale importanza la conoscenza delle normative relative ad altri standard di qualifica dei procedimenti e degli operatori di saldatura quali ISO 14731, EN 278 e EN ISO 15614.

La certificazione UNI EN ISO 3834 è valida per 3 anni.

CERTIFICAZIONE EN 1090-1 (produttori componenti strutturali acciaio o alluminio)

Dal 1° luglio 2014 è obbligatoria la Norma Armonizzata EN 1090-1 per l’immissione sul mercato degli elementi strutturali in acciaio e alluminio  in Italia ed in tutto lo Spazio Economico Europeo.

Essa è rivolta ai produttori di componenti strutturali in acciaio o in alluminio, o parti di essi, da incorporare in opere di ingegneria civile. Queste organizzazioni dovranno introdurre un controllo della produzione (FPC) conforme alla norma EN 1090-1.

La Norma armonizzata EN 1090-1:2009/EC 1-2011 “Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio Parte 1: Requisiti per la 1090valutazione di conformità dei componenti strutturali” descrive i requisiti e le modalità per l’apposizione della Marcatura CE, secondo la Direttiva 89/106/CEE ed il Regolamento Europeo (UE) n. 305/2011.  Tutti i produttori di strutture in acciaio e alluminio, che sono già tenuti obbligatoriamente al rispetto degli specifici requisiti previsti per il comparto degli acciai per carpenteria metallica (§11.3.4.10 del DM 14.01.2008), dovranno prevedere, per i propri prodotti e stabilimenti produttivi,  anche l’implementazione della Marcatura CE secondo EN 1090-1. Tale applicazione, volontaria già dal 1 dicembre 2010, è diventata obbligatoria a partire dal 1 luglio 2014. Il produttore, dovrà preliminarmente qualificare i propri prodotti attraverso prove o calcoli iniziali di tipo e validare il proprio FPC (Factory Production Control) mediante la certificazione da parte di un Organismo Notificato autorizzato.

 

La Marcatura CE, secondo la EN 1090-1, è integrabile con altre certificazioni di prodotto o legate al sistema di gestione in ambito Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza.

CERTIFICAZIONE F-GAS (Regolamento 303/2008)

Il protocollo di Kyoto ha imposto un intervento in ambito ambientale per ridurre il riscaldamento globale.
Nel 2008 viene emanato il Regolamento CE 303/2008 che stabilisce i requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle imprese e del personale che operano su alcuni gas fluorurati.
Con il DPR 43/2012 viene recepito il regolamento in Italia ed entra in vigore l’obbligo di certificazione per coloro che effettuano installazioni, riparazioni e manutenzioni su apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d’aria e pompe di calore.

Con il termine “installazione” la legge specifica assemblaF-GASggio di 2 o più pezzi di apparecchiatura contenenti o destinati a contenere F-Gas ai fini del montaggio nel luogo in cui verrà utilizzato, indipendente dall’esigenza di caricare o no alla fine il sistema dopo l’assemblaggio. E’ per questo motivo che la certificazione , oltre che ai frigoristi, è rivolta anche a coloro che non trattano direttamente il gas, ma che si limitano alla posa dei tubi.

Lo Studio Quality Srl offre la consulenza per la redazione del Piano della Qualità, ovvero di un sistema documentale che precisa le particolari modalità operative, le risorse e le sequenze delle attività, necessarie all’azienda.

NUOVA DIRETTIVA PED 2014/68/EU

La nuova direttiva PED 2014/68/EU si applica alla progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità delle attrezzature a pressione e degli insiemi sottoposti ad una pressione massima ammissibile (PS) superiore a 0,5 bar.

Nuova Direttiva PEDLa nuova direttiva PED 2014/68/UE sostituisce la direttiva 97/23/CE e dovrà essere recepita entro il 28 febbraio 2015, almeno per quanto riguarda la nuova classificazione delle attrezzature a pressione, che tiene conto del Regolamento (CE) n.1272/2008 (CLP).

La direttiva 97/23/CE, infatti, effettua una classificazione del fluido contenuto nelle attrezzature a pressione a seconda della sua pericolosità, a norma della direttiva 67/548/CEE, che il 1° giugno 2015 sarà abrogata e sostituita del Regolamento (CE) n.1272/2008.

Lo Studio Quality si offre come supporto alle aziende interessate per la transizione alle nuove normative di riferimento.